Al momento stai visualizzando The Estée Lauder Co. chiude l’esercizio “meglio delle previsioni”

The Estée Lauder Co. chiude l’esercizio “meglio delle previsioni”

The Estée Lauder Companies ha riportato un fatturato netto di 15,91 miliardi di dollari per l’anno fiscale terminato il 30 giugno 2023, con un calo del 10% rispetto ai 17,74 miliardi di dollari dell’anno precedente, battendo le previsioni di Wall Street. Le vendite nette organiche sono diminuite del 6%, trainate principalmente dal travel retail asiatico ad Hainan e in Corea, parzialmente compensate dalla crescita in quasi tutti i mercati sia in Asia/Pacifico che in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA).

“Siamo tornati alla crescita organica delle vendite nel quarto trimestre, confermando le nostre previsioni – ha commentato il CEO Fabrizio Freda -. Lo slancio è proseguito nei mercati dell’EMEA e dell’America Latina, e ha subito una forte accelerazione in Asia/Pacifico, guidata dalla Cina continentale e da Hong Kong SAR”.

La società ha registrato un utile netto di 1,01 miliardi di dollari, rispetto a un utile netto di 2,39 miliardi di dollari dell’anno precedente. L’utile netto per azione è stato di 2,79 dollari, rispetto ai 6,55 dollari dell’anno precedente. L’utile netto rettificato per azione è stato di 3,46 dollari, una diminuzione del 49% a valuta costante.

Inoltre il gruppo americano ha abbassato la guidance per l’attuale trimestre e per l’intero anno fiscale 2024, deludendo le attese degli analisti. The Estée Lauder Co. prevede che le vendite per l’intero anno fiscale 2024 aumenteranno tra il 5% e il 7%, rispetto alla stima degli analisti di un aumento dell’8,8%, secondo i dati di Refinitiv.

“Per l’anno fiscale 2024, prevediamo di tornare alla crescita organica delle vendite e di fornire un margine in miglioramento sequenziale durante tutto l’anno, sfruttando la forte equità e l’appetibilità dei nostri marchi – ha spiegato il CEO. – Ci concentriamo sulla spinta allo slancio nei mercati che stanno fiorendo e sull’accelerazione della crescita in Nord America”.

Lascia un commento