Al momento stai visualizzando L’Oréal ha ceduto il brand di cosmetica green Sanoflore

L’Oréal ha ceduto il brand di cosmetica green Sanoflore

L’Oréal ha venduto il marchio di bellezza green Sanoflore, che aveva acquisito nel 2006, al fondo di investimento francese Ekkio Capital e a Sergio Calandri, il nuovo amministratore delegato di Sanoflore, che è anche il fondatore di Inula Group, che detiene altri marchi di prodotti naturali. I termini finanziari dell’accordo, riporta Wwd, non sono stati resi noti.

“L’Oréal ha un portafoglio di marchi complementari – ha affermato il gruppo in una nota -. La strategia del gruppo è quella di acquisire e, talvolta, di abbandonare i marchi per mantenere un portafoglio molto forte e la complementarità di cui ha bisogno per prosperare a lungo termine”.

“Il successo di L’Oréal Dermatological Beauty si basa su una strategia e un modello di business incentrati sui marchi prescritti dagli operatori sanitari”, ha continuato il gruppo. “In queste condizioni, la divisione ha deciso di concentrarsi sui marchi dermatologici nel suo portafoglio.”

Ekkio Capital è specializzata in piccole e medie imprese nel settore della salute e della bellezza, mentre il Gruppo Inula di Calandri comprende i marchi HerbalGem e Biofloral.

“Questa vendita non comporta alcun licenziamento in Francia”, ha affermato L’Oréal, aggiungendo che “sostiene ciascuno dei dipendenti interessati a uno sviluppo di carriera adeguato alle loro competenze. Vengono supportati anche i partner esterni del marchio, in linea con i forti valori sociali del nostro gruppo”.

All’epoca dell’acquisizione da parte di L’Oréal, Sanoflore, con sede nel sud-est della Francia, aveva già 20 anni. Il marchio fondato da Fodolphe Balz venne poi inserito in quella che allora si chiamava la divisione Active Cosmetics di L’Oréal. Il piano del gruppo era quello di capitalizzare la domanda dei consumatori di prodotti biologici ed espandere la portata internazionale di Sanoflore.

La divisione Dermatological Beauty di L’Oréal comprende marchi come La Roche-Posay, Vichy e CeraVe. Nel secondo trimestre del 2023, il fatturato della filiale ha raggiunto 1,6 miliardi di euro, con un aumento del 27,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

[amazon bestseller=”fondotinta anti-age” items=”6″ grid=”3″]

Lascia un commento